Ascoltare, sostenere e mantenere il dialogo con i figli

Non vi preoccupate se i figli adolescenti non mostrano gratitudine nei vostri confronti come avreste voluto, voi siete ancora molto importanti per la loro crescita emotiva e sociale.

I figli adolescenti stanno esplorando la vita, ma hanno ancora bisogno di una base sicura dove tornare. 

La casa dovrebbe essere un ambiente dove trovare protezione, ascolto e sostegno. Essere aperti al dialogo non vuol dire porsi sullo stesso piano come farebbe un amico, ma saper ascoltare prima di tutto. 

Un adolescente ha bisogno di sapere che può condividere i suoi sentimenti e le sue idee senza che i genitori lo giudichino, critichino o non lo prendano sul serio.

Rispondete alle domande dei vostri figli in maniera semplice e chiara, senza rimandare e dedicando tempo ed attenzione alle loro richieste. Non bisogna escludere gli argomenti come il sesso, le droghe, l’alcool o le emozioni. Se si parla apertamente di questi temi prima che i ragazzi siano esposti a situazioni di rischio, ci sono maggiori probabilità che questi agiscano in maniera responsabile quando sarà il momento.

Approfittate dei momenti passati insieme, a tavola o vedendo una partita, per costruire il vostro rapporto, coinvolgendoli nei processi decisionali in famiglia, in modo da supportare le loro capacità di scelta e giudizio.

Sostenete gli sforzi che i vostri figli fanno per diventare indipendenti, fornendo orientamento e sostegno quando falliscono.

I genitori a volte si sentono in imbarazzo quando il loro ragazzo mostra di avere difficoltà nella crescita, dando per scontato che il fallimento del ragazzo riflette la loro incapacità ad essere buoni genitori. I bambini ed i ragazzi si vedono attraverso lo sguardo dei loro genitori. Se i genitori hanno basse aspettative nei loro confronti, questi sentiranno di valere poco e ciò avrà delle ricadute sulla loro autostima e sulla loro motivazione al successo. Se, al contrario le aspettative dei genitori saranno troppo alte i ragazzi potranno avere un’autostima gonfiata che influirà negativamente sul loro inserimento sociale.